Diario illustrato dell’insensatezza n.1

Diario illustrato dell’insensatezza n.1

In questo tempo sperimentale provo ogni giorno, quando posso e senza costrizioni, ad applicare i metodi e gli esercizi che propongo nella Via del Disegno Brutto. Così mi sono imposto di colmare di disegni e appunti insensati i miei tanti taccuini. Ho iniziato con poca...
Inseguire il Niente

Inseguire il Niente

Di tutte le cose che possiamo fare, Niente è la più difficile. È difficile, ad esempio, riuscire a non respirare, a non muoversi, a non pensare: la nostra fisiologia è fatta in modo che le nostre particelle più piccole siano sempre attive, in una sorta di moto...

Disegnare per tenere vivo l’occhio della mente

In genere, la maggior parte delle persone crede che il disegno sia una forma di talento. In pochi credono che si una forma di intelligenza, che abbia a che fare con il pensiero, l’apprendimento, la comprensione, la percezione. Ogni fatto artistico viene relegato...

NON INTENDERE E INTUIRE

Disegnando senza intenzione ci si apre all’intuizione. Si procede un segno dopo l’altro, si segue ciò che s’impone, non ci sono tentativi ma un’unica via, un tempo unico: ciò che inizia deve terminare. Questo l’unico senso, la sola...

COME UN BAMBINO

Felice come un bambino che dipinge… Perché l’atto di tracciare fa parte delle necessità fondamentali dell’essere umano e la predisposizione a quell’atto esiste in ognuno di noi. Il compierlo ci offre un piacere senza limiti. Arno Stern COME UN...
Articolo su La Stampa (29 agosto 2017)

Articolo su La Stampa (29 agosto 2017)

“Così insegno il disegno a chi non sa tenere una matita in mano” Un modo per comunicare, ricordare e ritrovare se stessi: il corso si tiene in via Exilles 18 a Torino  Pubblicato il 30/08/2017 ILARIA DOTTA – TORINO Tutto sta nel fare il primo passo. O meglio, il...